adidas Alphabounce: alternativa alla tecnologia boost?

Giù nelle profondità del Future lab, il team di progettazione di adidas ha cucinato una nuova “runner” chiamata AlphaBOUNCE. La silhouette incorpora la tecnologia full-length bounce, prima tecnologia introdotta da Adidas dopo la rodatissima boost. Il designer George Robusti ha lavorato al progetto per oltre un anno e promette una scarpa polivalente dalle elevate prestazioni, un’alternativa per chi amasse il marchio tedesco, ma meno la suola Boost utilizzata in tutte le scarpe da running high-end.

Adidas-alphabounce-beyond-black

È fondamentale per qualsiasi atleta essere preparato fisicamente e psicologicamente quando scende in campo o in pista. Ovviamente, ci sono molti fattori che entrano in quella preparazione e adidas capisce il ruolo sostanziale delle scarpe nel sentirsi sicuri e pronti a partire.

Adidas ha consultato diversi suoi atleti come Harrison Barnes e DeAndre Hopkins per avere un’idea di come sia questa sensazione. “Volevamo creare un prodotto per rispondere a quel desiderio psicologico”, dice Pichler. Molte volte, il branding eccessivo, cioè la necessità di inserire a tutti i costi il proprio logo su una sneaker, può interferire sia con la sua estetica che con la sua funzione. Non è così con l’adidas AlphaBOUNCE.

“Volevamo una forgiatura libera, senza obblighi, per funzionare davvero”, afferma il designer George Robusti. “Quindi non voglio mettere il branding (sulla tomaia). E, naturalmente, è possibile ottenerlo in modi diversi, ma volevo che il forgedmesh, la tecnologia usata per la struttura delle scarpe, si comportasse in modo ottimale e che fossero lasciate senza fronzoli”. Inserendo le classiche tre strisce sulla linguetta e il distintivo dello sport sul tallone, non c’è niente da compromettere, libertà massima.

Questa attenzione al minimalismo pratico, pur mantenendo un tocco estetico e funzionalità migliorata, si adatta perfettamente alla storia di “get-in-the-zone” e di “get-in-the-flow” di AlphaBOUNCE. Nessuno dovrebbe sentire le proprie sneaker ai piedi e l’Alpha assicura questo tipo di comfort subconscio con le sue parti perfettamente integrate. 

alphabounce-pattern

Venendo alla parte inferiore della scarpa, Alphabounce presenta un’ intersuola in eva con un pattern non casuale, ma ben studiato nei laboratori Adidas: seguendo una precisa logica, ogni rilievo è stato inserito dove il piede “cade” di più e dove ha più bisogno di supporto. A rivestire il tutto una suola in gomma Continental™ per assicurare un grip intenso in ogni condizione, sia sull’asciutto che sul bagnato.

A condire il tutto, Adidas ha fissato il prezzo di listino a 100€, rendendola una scarpa di incredibile valore. Pensaci: ottieni la schiuma bounce, la forgedmesh (una tecnologia completamente nuova), così come alcune delle specifiche trovate nelle Ultra Boost, per quasi la metà del costo delle altre che utilizzano la suola Boost.

Possono diventare le scarpe best buy per ogni sportivo?