N’golo Kante, un protagonista silenzioso | Profili

Ci sono molti modi di diventare un campione. Quello scelto da N’golo Kante è sicuramente fatto di sacrificio, dedizione, gioco devoto alla squadra ed ai compagni. Il fatto che adesso sia praticamente “vitale” per ogni squadra dove giochi, è solo un dettaglio…

Quell’aria simpatica, quella faccia da bambolotto. In campo è qualcosa di eccezionale, percorre una distanza senza precedenti per un centrocampista centrale (mediano?!) ed è in grado di far ripartire l’azione rapidamente dopo che ha asfissiato la manovra avversaria. 

kante-boulogne
Kante ai tempi del Boulogne - adidas Adipure

N’golo Kante fino a 5 stagioni fa era uno di quei professionisti di 22-23 anni in quella condizione particolare, dove non sei ne carne ne pesce, sei in un club professionistico, ma non si capisce bene cosa tu sia effettivamente. Non si capisce bene il tuo reale valore, incredibile pensarlo di un Campione del Mondo che oggi è imprescindibile in qualsiasi squadra (anche alla PlayStation).

Bourgogne B poi la squadra A ed il Caen che lo nota e lo prendegratis. Si avete capito bene, gratis. Questo probabilmente però ingolosisce proprio il Caen che si “libera” di Kante per una cifra intorno ai 9 milioni (bella plusvalenza avranno detto al tempo), direzione Leicester. Li però si farà la storia.

kante-caen
kante-leicester

Quanto fatto dal Leicester di Ranieri è meraviglia totale, ma tutti noi sappiamo come i vari Maharez, Vardy e co. probabilmente poco sarebbero stati senza alle spalle quarto soldatino che tanto ricorda Claude Makelele, capace di vincere la Premier dei giganti con un club piccolo come il Leicester.

La consacrazione arriva con Antonio Conte, che resta subito impressionato all’arrivo al Chelsea. E’ subito Premier (di nuovo per Kante) che vince anche “miglior giocatore della Premier”, non proprio un campionato dove non ci sia concorrenza (che dite?!). Ah, vince anche la Coppa.

kanté-chelsea

Il Mondiale 2018 è probabilmente solo l’ultima inevitabile pagina di un ragazzo che in 3 anni ha mostrato a tutto il Mondo come il calcio sia innanzitutto uno sport di squadra, ma anche come se tu sei un ingranaggio che funziona alla perfezione, diventi insostituibile.

Adesso avrà Sarri a dirigerlo, non poteva che venirci in mente come l’allenatore che ha cambiato il Napoli abbia in realtà cambiato un giocatore in particolare, Allan. Kane è più giovane, probabilmente più forte e sicuramente pronto a seguire Sarri. Difficile pensare che N’golo Kante sia già sazio.